DOLOMITE

Carbonato di calcio e magnesio

Cristallizzazione: sistema trigonale
Famiglia: carbonati
Colori: bianca, rosa-arancio, striata

La dierezza è di 3,5 - 4 scala Mohs

 Il  peso specifico è di 2,85 g/cm³

Chakra: le varietà bruna e rossa agiscono sul 2° chakra, il tipo rosa lavora sul 4° chakra, gli esemplari bianchi sul 7° chakra

La dolomite è un minerale costituito da carbonato di calcio e magnesio appartenente al gruppo omonimo. La dolomia è una roccia composta principalmente di minerale dolomite. 

Si trova sotto forma di cristalli o, comunemente in masse compatte, di colore bianco o grigio. Ha le proprietà fisiche simili a quelle della calcite ma si riconosce perché si dissolve più lentamente in acido cloridrico.

 Identificata da de Saussure nel 1792, il suo nome onora il mineralogista francese Dolomieu.
 

 

Il problema della dolomite

Sussistono ancora molti dubbi sulla formazione della dolomite. Esistono ampi depositi nell'annotazione geologica, ma il minerale è relativamente raro negli ambienti moderni. Ci si riferisce a questo come "il problema della dolomite".

La dolomia infatti rappresenta circa il 10% di tutte le rocce sedimentarie e si pensa che si sia prodotta vicino alla superficie della terra. Tuttavia, la sintesi fatta in laboratorio richiede temperature superiori a 100 °C, circostanze tipiche della formazione in bacini sedimentari – anche se secondo molti la dolomite sembra essersi formata a bassa temperatura.

Negli anni cinquanta e negli anni sessanta, la dolomite è stata trovata in laghi altamente salini nella regione di Coorong nell'Australia del sud. I cristalli della dolomite inoltre si presentano nei sedimenti in alto mare, con una grossa presenza di materia organica. Questa dolomite è chiamata dolomite "organica". Recenti ricerche hanno scoperto un meccanismo di formazione della dolomite per via anaerobica per soprasaturazione nei laghi nei pressi di Rio de Janeiro.

Un caso interessante è rappresentato dalla formazione di dolomite nei reni di un cane di razza dalmata. Si reputa che il processo chimico sia innescato dai batteri. Questo meccanismo rappresenta un interessante collegamento fra processi su grande scala tipici della geologia e processi su scala ridotta tipici della microbiologia. Il reale ruolo dei batteri nella formazione a bassa temperatura della dolomite risulta dimostrato.

 

La dolomite è una pietra poco conosciuta e non è tra le più ricercate quando si parla di cristalloterapia. Sembra comunque che ha alcune proprietà.

 

Subconscio: spinge a non nascondersi dietro a delle maschere ma di rivelarsi nella propria reale identità, sia a se stessi, sia agli altri (bianca); infonde coraggio e speranza (rosa), equilibrio, pazienza e stabilità (striata e rossa), forza interiore (con pirite)


Sfera mentale: favorisce la razionalità e le funzioni cerebrali (bianca e con pirite)

Sfera emotiva: determina la capacità di scoprire, apprezzare e gioire dei propri talenti (rosa e striata)

Corpo: la dolomite stimola il metabolismo del magnesio perciò mitiga l’acidità, allevia crampi, colite e mal di testa (tutte); riattiva la circolazione sanguigna (rosa e striata) e la digestione (rossa e bruna)


 

FONTE: www.it.wikipedia.org

               www.ilmegalite.it

               www.alchimiadellepietre.it

Per informazioni chiamare:

 

TEL:

3493296016

MAIL: mondopietratorino@libero.it

 

TORINO

VIA NIZZA 60E- 10126

 

ORARIO:

​LUN-VEN

​9:30-14:00

​15:30-19:00

​SABATO

​9:30-12:30

​16:00-19:00

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© MONDO PIETRA Torino

Chiama

E-mail

Come arrivare